mercoledì 12 dicembre 2012

Anonimo - La Creazione Di Eva - 1530ca

L'Arte prima ancora di essere espressione è comunicazione. Nella sua Storia è stata utilizzata e abusata in molti modi e spesso i cosiddetti poteri temporali o spirituali (anche se questi ultimi si sono dimostrati sempre di forte tendenza temporale) hanno formato le forme artistiche in base alle proprie necessità propagandistiche, sino ad arrivare a rappresentare la divinità con le insegne pontificie (o del capo di stato vaticano).
L'Arte è libera espressione, quando viene a mancare la libera espressione non è più Arte ma viene declassata semplicemente a pura comunicazione o in alcuni casi, giustificazione.

lunedì 10 dicembre 2012

Quentin Metsys (attribuito) - Donna Grottesca - 1525-1530

Arte e Bellezza non sono un binomio sicuro. Alcune opere esistono per mettere in evidenza ciò che bello non sia e forse anche per creare ilarità o per soddisfare lo spirito voyeuristico dello spettatore.
Che sia realmente esistita o meno la protagonista dell'opera poco importa; ciò che veramente evidenzia è come la Natura umana a volte abbia bisogno anche del brutto per potersi elevare o semplicemente trovare un briciolo di sicurezza in sé grazie alle sventure altrui.

mercoledì 5 dicembre 2012

David Gérard - Lo Scorticamento Di Sisamnes - 1498

David Gérard si rifà alla tradizione classica, come è giusto che sia nel XVI secolo, per il soggetto di questo quadro. L'impostazione è piacevolmente anacronistica, non un solo dettaglio che possa essere fatto risalire in qualche modo al I secolo a.C., ma poco importa se non si considera quest'opera un documento storico.
L'impostazione dell'opera è decisamente teatrale e lo si può notare sia se si focalizza la propria attenzione sui volti dei partecipanti (condannato compreso) che sembrano assenti e indifferenti sia se consideriamo l'ambiente irreale dove le presenze fisiche proiettano scarse o inesistenti ombre.
L'opera ricorda un evento avvenuto nel I secolo a.C., appunto, quando Cambise II di Persia (e di persiano nel quadro proprio non c'è nulla) comandò di scorticare vivo un giudice corrotto che aveva accettato una tangente.

P.s.
Di recente questo quadro di David Gérard è stato pubblicato su un rivista in cui si parlava della medicina nell'epoca medioevale... una piccola domanda, da quando l'esecuzione capitale per scorticamento è da considerarsi una pratica medica?

martedì 4 dicembre 2012

Gustav Klimt - Pesci D'argento - 1899

L'epoca della Secessione Viennese è caratterizzata da un complesso rapporto fra uomo e donna. Gli uomini sono ammaliati dalle donne, sono rapiti dalla loro bellezza (che acquisisce sempre di più la valenza di fatale) e provano forti sentimenti di paura, misoginia, amore e attrazione sia fortemente fisica sia intellettuale.
In Klimt la donna assume non solo forme diverse, come in quest'opera, ma muta costantemente nel suo significato, arrivando a impersonare esseri dalle caratteristiche ben precise e dalle qualità sia positive sia negative.
In questo periodo l'uomo lega in modo molto stretto la dualità di angeli e demoni della donna con il destino della vita degli uomini che se da un lato sono assoggettati dalla loro presenza (inquietante ma anche generatrice) provano un forte disagio, odio e necessità di domare nei confronti del gentil sesso.