mercoledì 28 novembre 2012

Claude Monet - La Cathédrale de Rouen. Le Portail Et La Tour Saint-Romain, Plein Soleil - 1893

L'uso magistrale dei colori ha permesso agli impressionisti di ricreare il mondo secondo una raffinatezza nuova e senza precedenti nella Storia dell'Arte. Non accetti nella loro epoca, hanno vissuto prima da rifiutati per poi essere elevati agli onori di critica e pubblicati, in epoca tristemente più tarda.
L'Arte impressionista propone, in una sorta di visione psichedelica dei colori, il mondo reale catturato dalla retina prima che gli impulsi visivi raggiungano il cervello che li decodifichi.
Non possiamo cercare emozioni in una tela impressionista, perché questa è un'arte di getto, non eccessivamente elaborata. Le emozioni vanno ricercate dentro di noi, dal momento che vengono aiutate a scaturire dal nostro essere.
Inconsapevolmente, forse, l'Impressionismo spiana la strada a tutte le manifestazioni artistiche che seguiranno e che hanno tutte un comune denominatore, l'opera diventa a tutti gli effetti un mezzo di comunicazione che deve interagire con il nostro essere; l'opera d'arte non è più un prodotto finito che abbia dei contenuti da comunicare.