giovedì 21 giugno 2012

Tiziano - Amor Sacro E Amor Profano - 1514

Se si dovesse parlare di questo quadro limitandosi ai dati certi che si hanno su di esso si direbbe semplicemente che è una bella opera di Tiziano. Il mistero avvolge ancora in profondità quest'opera così sublime e allo stesso tempo inaccessibile.
Il titolo è stato attribuito in seguito, non è stato dato dall'autore, quindi non possiamo con grande certezza dire quale sia il vero soggetto rappresentato. Come è risaputo il sacro è nudo e il profano è riccamente vestito. Il sarcofago - simbolo di morte - è messo in relazione con l'acqua - simbolo di vita. Il contenitore potrebbe riportare lo stesso di un nobile veneziano che avrebbe commissionato il quadro per il suo matrimonio, ma anche in questo caso non vi è alcuna certezza perchè gli ultimi studi hanno confutato questa tesi.
Il soggetto non è perfettamente centrato, sulla destra lascia aperto uno scorcio verso il paesaggio di sfondo, un simbolo? Forse un espediente prospettico. Le donne sono vestite con gli stessi colori, all'opposto, a sinistra domina il rosso da una parte e il bianco è minoritario mentre a destro è il gioco speculare degli opposti.
Il mistero arricchisce di sapore un'opera che ha raggiunto un valore estetico così alto da richiamare l'Arte Classica.