lunedì 30 aprile 2012

Bernardo Strozzi - Allegoria Delle Arti - XVII secolo

L'Arte sa essere avvenente, irriverente, sensuale, dolce ma forte e sicura di sé. Le donne chiamate a dare forma e corpo alle Arti sono così per Strozzi. Mostrano i seni quasi del tutto scoperti con naturalezza, sono intente nella creazione (o forse ispirazione) delle loro opere.
Maestro della compostezza e della pennellata avvolgente e di luce, Bernardo Strozzi è un Maestro nel ricreare ambientazioni perfettamente equilibrate e infondere alle sue opere un movimento eccezionale. Il gioco degli sguardi delle tre figure femminili suggerisce al nostro occhio tre movimenti completamente diversi riuscendo a creare quella realtà di dimensioni tipica della nostra dimensione.
Un solo particolare pare disturbare questa misurata e perfetta visione d'insieme, il busto marmoreo. Non per la sua incompiutezza ma per il viso, la barba sembra realizzata in un secondo momento, da come si può notare dall'attaccatura, quasi come se Strozzi avesse voluto trasformare un volto femminile in un volto maschile (non rispettando i giochi di luce ed ombra). Un semplice ripensamento o un espediente per sottolineare il valore universale e asessuato dell'Arte?