venerdì 26 gennaio 2018

Paolo Uccello - San Giorgio E Il Drago - 1455 circa


Paolo Uccello non può, non devo e non vuole essere considerato un pittore.
La sua non è un'Arte rigida e poco realista. La sua è avanguardia pura: è astrattismo prima che se ne conoscesse il nome, è il ritorno del mito e del Medioevo prima della loro definitiva scomparsa dal panorama storico e culturale.
Uno scienziato che sviluppa la prospettiva e che gioca con quella complessa.
Un artista che viene sminuito perché la grotta del Drago non è realistica,, il cavallo troppo rigido nel disegno e la dama troppo antica.
A Paolo Uccello non interessava la resa e l'opera pittorica in sé. Egli è stato un grande ricercatore e scopritore delle tecniche del disegno e della costruzione dell'opera.
Senza Paolo Uccello, la Pittura italiana (e mondiale) avrebbero preso un'altra strada...