mercoledì 13 gennaio 2016

Camillo Boccaccino - Resurrezione di Lazzaro - 1540 circa

Fra gli scopi dell'Arte vi è anche la meraviglia. Un artista deve non solo essere fedele a sé stesso e ai suoi ideali, al committente e alle sue necessità, al pubblico e alle sue aspettative ma deve anche destar  meraviglia.
Non facile, dal momento che si è sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo e si è sempre esigenti sui risultati.
La moltitudine aiuta. Crea disordine e meraviglia. E nasconde... ciò che è meglio non svelare.
Togliere lo possono fare solo i grandi. Aggiungere riesce a chi è veramente bravo.
In questo caso Giuseppe è stato bravo ma non un maestro.