giovedì 8 gennaio 2015

Francesco Guardi - Il Parlatorio Delle Monache Di San Zaccaria - 1745-1750 circa

Mi verrebbe da dire un'esagerazione... La dico; smettiamola di fantasticare sull'invenzione della macchina del Tempo. E' già stata inventata.
Se il nostro campo visivo si restringe al dipinto, tagliando fuori la percezione della nostra Realtà contemporanea, veniamo catapultati in un mondo che non ci appartiene più, scomparso oltre 200 anni fa ma ancora presente, presente con il suo chiacchiericcio, con i suoi panni, con la luce, i colori, le movenze.
Forse non siamo molto avvezzi con le abitudini veneziane settecentesche, ma la Letteratura può sopperire alle nostre mancanze.
L'Arte non ha barriere temporali. Questa è la sua grandezza, questa è la difficoltà dell'essere Artisti.