lunedì 24 marzo 2014

Bernardo Celentano - Riflessi - 1861 circa

Il mondo dell'Arte parlava un linguaggio nuovo, fatto di una ridotta definizione a favore dell'impressione dell'attimo e delle macchie di colore. L'Italia all'epoca inizia a rimanere indietro diventando per diverso tempo il fanalino di coda del mondo dell'Arte. Gli impressionisti sviluppano un'Arte diversa, scollegata dal mondo classico, semplicemente nuova. Gli artisti italiani rimangono molto legati al Quattrocento e al Cinquecento con risultati discutibili, seppur dalla tecnica invidiabile.