martedì 14 gennaio 2014

Otto Dix - Salon I - 1921

Otto Dix non vedeva la Bellezza. Forse perchè non esisteva. Forse perchè sotto la bellezza si nasconde ben altro.
L'opera di Otto Dix è costellata dalla Bruttezza, resa talmente estrema da risultare interessante e piacevole alla vista. I suoi quadri spesso scuri sono ricchi di colore. Le sue donne grottesche e brutte attirano la curiosità di chi guarda.
Un gioco di opposti e di attrazione che fa della sua Arte un canale per riflettere sulla condizione della società, che è molto cambiata (indubbiamente), ma non in tutto, forse...