lunedì 26 agosto 2013

Floris Claesz. van Dyck - Natura Morta Con Formaggi - 1615 circa

Verrebbe quasi da dire che l'iperrealismo abbia avuto degli antenati di tutto rispetto. Come sempre le Nature Morte ci offrono momenti di piacevole estetica senza dover inutilmente ricercare la soluzione, a volte introvabile, a reali e fantomatici simboli.
Floris ha studiato una tavola particolarmente invitante per il suo quadro, ha usato espedienti caravaggeschi come il piattino in bilico sulla tavola (così come lo era la più nota canestra) per far sentire lo spettatore parte dell'opera. Come se l'opera entrasse nella Realtà uscendo dall'Arte.