mercoledì 12 giugno 2013

Jean Broc - La Morte Di Giacinto - 1801

Il Neoclassico, nel riscoprire la Bellezza e la grazia che furono la caratteristica della Classicità, riportò in  luce anche l'omoeroticità che era all'ordine del giorno in età greco-romana.
Non è da considerarsi come un impegno sociale, come in età contemporanea, per affermare uguaglianze e diritti... è semplicemente un voler esprimere quell'aurea dorata che si perse con il perdersi di una classicità fatta di gladiatori, amori saffici e fra uomini e divinità dello stesso sesso.
Broc non è sconveniente, tanto che i corpi di Apollo e Giacinto sembrano quelli di bambini, che si sa essere puri e poco avvezzi alla malizia.
Se è ingiusto considerare Artemisia Gentileschi una paladina del movimento femminista, lo è altrettanto considerare Broc un paladino del movimento omosessuale.
La filosofica e democratica Grecia, l'eterna Roma... mondi a cui ci ispiriamo costantemente ma che sono così tanto lontani...