martedì 23 aprile 2013

Jean Fautrier - Studio Per Grande Nudo - 1926

Un nudo non convenzionale, senza dubbio. Per Jean Fautrier la visione della realtà è tutt'altro che piacevole. Solo l'essere umano, nei suoi sentimenti (nel cuore e nelle lacrime) è portatore di luce e può rischiarare le tenebre che sempre più fitte si chiuderanno sul mondo di lì a poco.
Presagi del futuro che verrà? Perdita di fiducia? Indubbiamente fa riflettere e ci mette... a nudo.