venerdì 16 marzo 2012

Giorgione - I Tre Filosofi - 1504

Siamo di fronte ad uno dei più misterici pittori italiani. In ogni sua opera riesce non solo a presentarci una tecnica pittorica sublime ma riesce anche ad incantarci con un modo di mistero e di simboli, che spesso o non trovano o non hanno mai avuto un significato preciso.
La ricerca umana della Verità ha interessato ogni singolo giorno della Storia umana. Non esisterebbe un modo migliore di rendere omaggio a questa necessità di quello scelto dal pittore. Tre filosofi di origine diverse, da come possiamo evincere dall'abbigliamento, si riuniscono, discutono e sondano le oscurità della Realtà e della condizione.
La conoscenza porta la luce, l'oscurità è assenza di sapere e come tale va studiata e compresa... o almeno si deve tentare.
La tela sembra non solo rendere omaggio alla scena simbolica ma ricrea un anfratto in cui lo spazio/tempo è sospeso, non è Reale, per infondere ancor più la sensazione di universalità della condizione di non-sapere e dello sforzo di ricerca, che accomuna gli esseri umani.