mercoledì 14 marzo 2012

Eugène Delacroix - Morte Di Sardanapalo - 1827

Delacroix ci vizia sempre. Il nostro occhio non trova mai pace nei suoi quadri, intrisi di movimento, dettagli e particolarità sempre inaspettate.
Guardiamo cento volte lo stesso quadro, questo quadro magari, per cento volte troviamo un dettaglio che non è stato notato la volta precedente.
Delacroix non si limita a dipingere un evento storico o inventato, lo ricrea. Ricrea un mondo e un passato che non si è vissuto direttamente, ricrea le vite dei personaggi che possano apprezzare dalle centinai di dettagli ed espressioni che molto magistralmente riesce a rendere sulla tela. Crea un'atmosfera nella quale ci possiamo immergere insieme ai personaggi.
Possiamo entrare nei suoi quadri, possiamo entrare in questo quadro e avere delle percezioni perfette sull'evento rappresentato e a fatica possiamo riemergere da questa apnea di sensazioni...