giovedì 15 marzo 2012

Edgar Degas - La Famille Bellelli - 1867

Forse ci si aspetterebbe un po' più di tatto nel ritrarre la famiglia dei propri amici che fra le altre cose ti ospitano anche a Firenze durante uno dei tuoi viaggi. Tatto o ipocrisia, forse...
Con una sottigliezza non tanto leggera Degas immortala in un ritratto i quattro personaggi che compongono  la famiglia dell'amico Bellelli mettono in luce la gelida indifferenza che alberga fra il marito, che noncurante del resto continua a prestare la sua attenzione ai fogli sul tavolo, la moglie invece fissa un punto non definito nel vuoto, quasi obbligandosi a non rivolgere l'attenzione ad un marito con non ne merita dato che non ne offre e le figlie palesemente rese insicure dalla situazione tesa.
Un'opera in cui il Verismo e la fedeltà alla Realtà non tolgono dalla scena una strabiliante capacità di usare la luce e i colori per dare una profondità degna dell'Arte fotografica.