giovedì 2 febbraio 2012

Alfred Sisley - La Neige A Louveciennes - 1878

Dopo tanta retorica sull'importanza del soggetto, sull'estremizzazione dell'importanza tecnica che ha portato all'annullamento del pittore e delle sue sensazioni, dando spazio alla sua cultura e alle sue ideologie, siamo arrivati ad un punto di svolta in cui il pittore si prende il posto che da sempre si merita. Senza il pittore non esiste Pittura, senza i sentimenti non esiste la Bellezza. Così la tela smette di essere la dimora di un'ideologia e della tecnica, il soggetto in quanto tale sparisce, tutto è valido, tutto è da dipingere... basta che sia emozione.
Una strada innevata, una figura che avrebbe potuto essere il soggetto ma è di spalle, piccola e persa nel candore. Smettiamo di cercare il soggetto, dal momento che è l'unico elemento a non essere dipinto ma è l'unico ad essere trasmesso, perchè dentro di noi sta suscitando la stessa sensazione di silenzio, pace e freddo che pervadeva l'artista, facendoci diventare parte dello stesso e del suo processo artistico.