mercoledì 28 dicembre 2011

Francesco Melzi - Flora - 1493-1570

Di forte influenza leonardesca, questo quadro ci presenta una cura per il colore e il dettaglio che può facilmente farci comprendere come mai Francesco Melzi sia stato il discepolo prediletto di Leonardo Da Vinci.
Questa Flora presenta tutte le caratteristiche che hanno reso celebri quadri del maestro di Francesco.
I fiori e la Natura pur essendo una presenza silenziosa e molto discreta sono assai realistici e ci richiamano a quadri più famosi come la Vergine delle Rocce.
I colori delle vesti di Flora sembrano quasi richiamare la sacralità di una vergine e il particolare del seno scoperto è un richiamo alla naturalezza assai elegante. L'espressione della donna è estetica ed estetizzante: assorta, dolce, estasiata dalla bellezza di un semplice fiore. Quasi a volerci richiamare all'importanza nei piccoli dettagli e nelle piccole cose, che l'essere umano dimentica troppo spesso, mentre la Natura si prodiga per rendere unico e immensamente bello anche un piccolo fiore.