giovedì 22 dicembre 2011

Bernardo Strozzi - La Verità - 1635-1640

Una critica elegante che si trasforma in un apprezzamento alla Bellezza dove si crederebbe che la Bellezza sia sparita da tempo. Questa potrebbe essere la descrizione perfetta per quest'opera. Vedere con quanta dolcezza è stata dipinta la scena di una persona anziana e segnata dallo scorrere del tempo, eppure ancora desiderosa di curarsi, senza vergogna di guardarsi allo specchio e confrontarsi con la difficile verità di vedere come la giovinezza sia svanita per sempre.
Lo sguardo fiero di sé mostra come questa donna non abbia paura di continuare a vivere come una giovane, diventando quasi una caricatura di sé stessa per un atteggiamento che non vuole arrendersi al Tempo ma pur sempre sicura di sé.
Un bell'esempio per la cultura contemporanea e per chi non accetta che anche la vecchiaia sia una parte della vita e forse anche la migliore, visto che inizia ad esistere quando una persona ha abbastanza esperienza della Vita per sapere di cosa si tratta.